decorazionelogo decoratodecorazione

Il Giardinetto Bed and Breakfast in Centro Storico a Ferrara

Le tre camere del Bed and Breakfast

Le tre camere del B&B

Camera matrimoniale

Camera matrimoniale

Sala da bagno

Sala da bagno

Le camere del Bed and Breakfast

Le camere del B&B

Sala delle colazioni

Sala delle colazioni

Crostata alle fragole

Crostata alle fragole

Sala delle colazioni

Sala delle colazioni

decorazione

Il Giardinetto Bed and Breakfast offre ai propri ospiti la possibilità di soggiornare in Centro Storico a Ferrara in completa indipendenza, in ambiente confortevole, accogliente e riservato. Possibilità di solo pernottamento o pernottamento e prima colazione.

Situato nel cuore di Ferrara, adiacente alle strade dello shopping, ed ai mercatini più caratteristici, Il Giardinetto B&B si trova a due passi dai principali monumenti e dai più importanti musei.

Come ospiti del Giardinetto Bed and Breakfast scoprirete la vera Ferrara; vicino al B&B sarà possibile noleggiare biciclette, con cui potrete scoprire tutto il Centro Storico, la zona Mediovale, quella Rinascimentale e magari fare il giro delle Mura della città.

Il Giardinetto Bed and Breakfast si trova nella corte interna di una tipica casa ferrarese dei primi del '900. L' idea è nata dalla volontà di Elena di recuperare la casa natale della madre, attraverso una recente ristrutturazione attenta ed accurata. In fondo al giardino interno, laddove un tempo vi erano un pollaio, una lavanderia ed il piccolo studio del nonno, oggi sorgono le tre camere del B&B, a cui potrete accedere in libertà ed autonomia.

Al vostro arrivo al Bed and Breakfast troverete ad accogliervi Elena e Sandro che sapranno, con simpatia e discrezione, rendere piacevole il vostro soggiorno, suggerendovi ristorantini tipici e i luoghi da visitare più caratteristici di Ferrara e provincia.

10 COSE DA NON PERDERE A FERRARA E PROVINCIA

Castello Estense

CASTELLO ESTENSE
Il Castello Estense, o castello di San Michele, è il monumento più rappresentativo della città di Ferrara. Il Castello Estense sorse nel 1385 come strumento di controllo politico e militare. La prima pietra fu posata simbolicamente il 29 settembre, giorno di San Michele, protettore di porte e rocche urbiche. L'opera fu commissionata all'architetto Bartolino da Novara, già artefice del castello .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Cattedrale di Ferrara

CATTEDRALE
La cattedrale di San Giorgio Martire è il principale luogo di culto cattolico di Ferrara, chiesa madre dell'arcidiocesi di Ferrara-Comacchio. Sorge al centro della città, di fronte al Palazzo Comunale, a fianco della antica Piazza delle Erbe (ora si chiama Piazza Trento e Trieste), non lontano dal Castello Estense. È collegata al Palazzo Arcivescovile attraverso una volta coperta. La cattedrale .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Palazzo Schifanoia

PALAZZO SCHIFANOIA
Il Palazzo Schifanoia è un edificio di Ferrara, risalente al 1385, oggi sede di un museo. Il nome (che, letteralmente, significa "che schiva la noia") voleva sottolineare il suo carattere di divertissement. Venne eretto su commissione di Alberto V d'Este (1385) su base quadrangolare, senza le ali laterali: era pensato come un piccolo luogo di ristoro, in cui consumare pasti e dedicarsi all'ozio, con .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Via delle Volte

VIA DELLE VOLTE
Via delle Volte si trova nel centro medievale di Ferrara e prende il nome dai numerosi archi e passaggi sospesi che la attraversano. La suggestiva fuga di archi risale soprattutto ai secoli XIII e XIV, ma il tracciato rettilineo della strada, che inizia ad ovest con via Capo delle Volte e si conclude ad est confluendo nella via Coperta (anche se oggi il percorso è interrotto), risale al più antico .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Palazzo dei Diamanti

PALAZZO DEI DIAMANTI
Il Palazzo dei Diamanti è uno dei monumenti più celebri di Ferrara e del Rinascimento italiano, situato in Corso Ercole I d'Este 21, nel Quadrivio degli Angeli, proprio al centro dell'Addizione Erculea. Il palazzo fu progettato da Biagio Rossetti per conto di Sigismondo d'Este, fratello del duca Ercole I d'Este, nel 1492. La costruzione vera e propria avvenne tra il 1493 e il .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Mura di Ferrara

MURA DI FERRARA
Le Mura di Ferrara sono costituite da 9 chilometri di fortificazioni, costruite con una pianta quasi triangolare, che circondano la città estense. Costruite nel Medioevo e rimaneggiate fra il XV e il XVI secolo, erano originariamente lunghe 13 chilometri. La porta più prestigiosa, nel tardo XV secolo, era la Porta degli Angeli, nella parte settentrionale delle mura, dalla quale .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Cimitero Ebraico

GHETTO E CIMITERO EBRAICO
Il ghetto di Ferrara fu istituito nel 1627, nella zona più antica della città, a poca distanza dal duomo e dal Castello Estense. Fu chiuso definitivamente nel 1859. La presenza ebraica a Ferrara precede di secoli l'istituzione del ghetto. Quando esso fu imposto nel 1627 circa 1.500 ebrei vivevano a Ferrara. La chiusura del ghetto durò oltre un secolo. Le porte che l'occupazione francese .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Cappellacci

CUCINA FERRARESE
Il mestiere dello scalco, o cuoco, a Ferrara è una vera arte dal 1500, da quando i cibi preparati alla corte degli estensi venivano degustati da principi e duchi; una corte dove il piacere della tavola era curato con amorosa passione. Senz'altro fra gli scalchi più famosi ci fu Cristoforo da Messisbugo, morto nel 1548, e Cristoforo da Zeffirano, scalco molto conteso tra gli Estensi .....
CONTINUA SUL SITO DEL COMUNE DI FERRARA

Comacchio

COMACCHIO
Comacchio è, sotto l'aspetto paesaggistico e storico, uno dei centri maggiori del delta del Po. Ha origine circa duemila anni fa, durante la propria storia fu assoggettata al potere dell'Esarcato di Ravenna prima, del Ducato di Ferrara in seguito, per poi tornare a far parte dei territori dello Stato Pontificio. L'etimologia del nome è incerta (greco-latino cumaculum= "piccola onda" .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA

Delta del Po

DELTA DEL PO
Per delta del Po si intende il sistema idraulico di diramazioni fluviali attraverso cui il fiume Po sfocia nel Mare Adriatico dopo il suo corso lungo la Pianura Padana. La sua formazione attuale deriva dalla grande opera idraulica attuata dalla Repubblica di Venezia nel 1604. Questa è conosciuta come Taglio di Porto Viro che gradatamente ha esteso la superficie deltizia di circa 18 mila .....
CONTINUA SU WIKIPEDIA